Osvaldo Sterlecchini nasce il 22 Agosto 1925 a Pescara Colli da una famiglia modesta di 12 persone.
All’età di 14 anni, per aiutare la sua famiglia, inizia a lavorare in un piccolo forno a poche decine di metri da casa: comincia così ad imparare il mestiere della panificazione.

In questi anni diventerà il punto di riferimento della città di Pescara per la genuinità dei suoi prodotti artigianali. Nonostante i momenti difficili del periodo bellico, Osvaldo nel 1944 decide di mettersi in gioco, questa volta come pizzaiolo; viene così contattato da imprenditori locali per il rilancio dei loro ristoranti, tra gli altri, il Pellicano Rosso e il Gabbiano a Pescara per poi spostarsi in provincia di Teramo e nel Vastese.

Nel 1948 sposa Cesidia Caldarelli, che presto si rivelerà fondamentale per la sua crescita personale. Dal matrimonio nascono tre figli: Bruna, Bianca e Ivano. Trasferitosi a Sambuceto nel 1955 apre l’attività di generi alimentari, forno e pizzeria, con l’iscrizione al registro delle ditte e nel 1958 all’albo degli artigiani contribuendo alla crescita socio-economica dell’intero paese. Si rivelò negli anni una scelta imprenditoriale di successo, attirando clientela dall’intera area metropolitana Chieti-Pescara.

Nel 1991 Osvaldo passa le redini a due dei suoi figli Ivano e Bianca che poteranno avanti con successo il lavoro del padre; nel 2010 c’è un ulteriore passaggio di testimone alla terza generazione con Simone e Federica che facendo tesoro degli insegnamenti del nonno e del padre potenziano e valorizzano le caratteristiche di genuinità dei prodotti, ospitalità e cura della clientela.
Grazie ai sacrifici e al duro lavoro di Osvaldo, anche la terza generazione si è fatta strada seguendo le sue orme, facendo tesoro degli insegnamenti e sopratutto della tecnica della lavorazione della pasta, unica nel suo genere.